Llulluzzu (Lulluzzu)

 

Llulluzzu ( al secolo Calogero Consiglio) (23 agosto 1933  – 1 gennaio 2007) è stato un grande personaggio mussomelese che ha passato quarant’anni della sua vita lavorando come sagrista presso la Parrocchia Santa Maria del Carmelo. Per noi ragazzi carmelitani, degli anni settanta ed ottanta, è stato un punto di riferimento importante  e significativo. In tanti suoi gesti e modi dire insegnava la vita a quattro ragazzini scapestrati e scavezzacolli.

Eravamo tanti i ragazzi  du chianu du Carminu (avevamo come territorio di pertinenza scalini e strade nei pressi della chiesa, in particolare la via Francesco Frangiamore): Sergio Messina, Mansueto Messina, i fratelli Sorce (Luigi e Giuseppe), Vincenzo Sorce-Callari (Testa dura), Luigi Sorce (Gigetto), Peppe Minnella (u palermitanu), i fratelli Salamone (Pasqualino e Vincenzo), i cugini Amico (Franco e Gianfranco), Sebastiano Amico, Carmelo Schembri, i fratelli Genco-Russo (Peppe e Carmelo), Maurizio Di Raimondo e poi anche Salvuccio Bellanca, i fratelli Lo Conte (Seby e Peppe), i fratelli Farina (Peppino e Salvatore), Enzo Fasino, i fratelli Giardina (Giovanni e Carmelo), Alfonso Cicero, a volte Vladimiro Farina, Giovanni Sorce, Vincenzo Volante (Cuda), Giuseppe Cumbo, Vincenzo Barba, i fratelli Miano (Nino e Fabio), i fratelli Spera (Peppe e Vincenzo), ed i fratelli Ilardo (Umberto e Giantony). Ragazzi che nei primi anni ottanta hanno contribuito in maniera determinante alla rifondazione della Confraternita Maria SS. del Monte Carmelo. 
Llulluzzu, in tante occasioni, non solo era uno di noi ma diventava anche complice. Era Lui infatti che ci aiutava ad imbucarci alle varie feste di battesimo (u va va da vattisimu), comunione o cresima  che si svolgevano nei locali della Parrocchia: a partire dalla comunicazione precisa delle date e degli orari degli eventi.

Lui si fidava di noi e spesso copriva le nostre monellerie ad altezze pericolose sul tetto e sul campanile della Chiesa del Carmelo o di quella di Sant’Antonio. Il parroco, Iddu nel nostro linguaggio (Padre Galante prima e Padre Di Vincenzo dopo) ci riprendeva proibendo a Llulluzzu  di portarci su per scopi non istituzionali.

Quando andavamo a suonare (specialmente prima della Festa della Madonna) Llulluzzu si prendeva la campana grande (con la quale si faceva più fatica) lasciando a noi quella piccola.

Noi facevamo a gara alternandoci, Lui resisteva e non mollava la presa. Far suonare a festa la pur piccola campana carmelitana non era un lavoro da ragazzini, ma dandoci il cambio riuscivamo a portare a termine la missione.

A Lui sono legati, diversi ricordi di vita, che noi pensiamo di condividere con altri !

I versi del poeta Franco Maida illustrano il personaggio.

Llulluzzu

Si finì A mincia ‘a vita
di Llulluzzu. Mutu mutu
tisu tisu, ‘ntra un tabbutu:
a la testa ‘na ferita.

Si finì quasi agghiurnannu,
mentri sona balli e spari
cuminciavanu a scimari
lu dì doppu capudannu.

Tintinnaru li campani
di li chìasi tutti quanti
e si ‘ntisiru li canti
cchiù vicini e po’ luntani
comu d’angiuli a la grutta
di Lilluzzu mutu mutu
tisu tisu, ‘ntra un tabbutu.

Oh! Chi pena e quanta gutta!

Senza tempu è la tò età:
tu nascisti e ora mortu
nun facisti a nuddu tortu.

La to santa povertà
nni lassasti pi capiri.

Nni ‘nsignasti ca parlari
vali a pocu, e ‘nveci amari
nn’assicura l’avviniri
nni stu munnu e all’aldilà,
unni pensu e sugnu certu
si pripara un gran concertu
pi la to semplicità.                                 

ed il falegname poeta Totò (Salvatore) Montagnino aggiunge (dalla poesia Lulluzzo uomo di tutti) :

…Volle scegliere un mestiere
da seguire con piacere,
si recava con premura
nella bottega del Collura

…Così il giovane trentenne,
nella chiesa si mantenne
e serviva con molto zelo
la chiesa del Carmelo

Be Sociable, Share!

Scritto da: Stirpes - il 13 marzo 2011 - Categoria: Personaggi mussomelesi - Nessun Commento -

Potrebbero interessarti anche altri contributi quali:



Leggi tutti i contributi di Stirpes (8)

Se ti è piaciuto questo contributo prendi in considerazione di iscriverti ai nostri feed per restare sempre aggiornato sulle ultime novità pubblicate!

I commenti sono chiusi.

4581